Carpignano Salentino

Carpignano Salentino è un piccolo paese nel cuore del Salento, a sud di Lecce, suo capoluogo di provincia. Il Comune stato da poco incluso nei comuni della Grecìa Salentina.

Copio da Wikipedia, alla quale rimando per ogni ulteriore informazione,  la narrazione della sua storia

La presenza dell’uomo risale a tempi remoti; questo è testimoniato dalla presenza di alcuni menhir: il menhir Grassi e il menhir Croce Grande o Staurotomèa. Inoltre, recentemente è stata rinvenuta nel centro storico una tomba risalente a qualche migliaio di anni prima di Cristo.

Il territorio fu sicuramente assoggettato al dominio romano; il centro sorge infatti lungo l’antico asse della strada Traiana Calabra. Inseguito alla dominazione bizantina del Salento, Carpignano appartenne al Thema di Longobardia fondato nel 892 circa. Di questo periodo resta l’importante cripta bizantina di Santa Cristina con affreschi risalenti al X secolo.

In periodo normanno il casale fu concesso in feudo e successivamente con l’avvento degli Angioini conobbe un susseguirsi di famiglie feudatarie, tra le quali si distinsero i Del Balzo nel XIV e XV secolo. Nel 1574 passò sotto il controllo dei Personè che vi rimasero sino al 1604 quando ad acquistare il feudo fu Fabrizio Lanario. Dal 1663 sino ai primi anni dell’Ottocento, Carpignano Salentino appartenne ai Duchi Ghezzi. Durante il Regno d’Italia fu sede di pretura.

Vi lascio ora gustare una piccola galleria d’immagini del paese: i dettagli della splendida Cripta Bizantina, le sculture sulla facciata della Chiesa Madre, le sue strade con i suoi palazzi in pietra leccese, la Palombara, il Dolmen millenario e gli antichissimi ulivi, segno e splendido monito del tempo che passa.

Ultime dal blog

Collegamenti interni